Attiviste passate e presenti

di Komorebi

Carissim*

si è concluso venerdì 16 marzo il ciclo di due puntate dedicate alle attiviste passate e presenti.

Abbiamo parlato delle attiviste presenti, in varie parti del mondo, dall’america latina, all’europa, passando per il medio oriente, che lottano in situazioni spesso difficilissime e pericolose, rischiando la propria vita e la libertà, per vedere affermato il diritto ad essere trattate dalla legge e dalla società come esseri umani e veder riconosciuta una dignità pari a quella degli uomini. Le loro storie di coraggio e ostinazione e i contesti terribili in cui operano sono state il filo conduttore della puntata del 9 marzo.

Il 16 marzo invece siamo tornate in Italia, per parlare di donne importantissime per i diritti di cui godiamo oggi, diritti che NON SONO MAI SCONTATI, NE’ OTTENUTI UNA VOLTA PER TUTTE. Se oggi abbiamo una legge di tutela alla maternità, se l’indissolubiltà del matrimonio non è stata scritta nella nostra Costituzione, se esiste il principio di uguaglianza giuridica tra i coniugi, se non siamo più obbligate a sposare il nostro violentatore per recuperare l’onore perduto davanti alla società, lo dobbiamo a tre donne eccezionali: Teresa Noce, Nilde Iotti e Franca Viola. Ognuna di loro, agendo in situazioni e contesti diversi, ma sempre totalmente penalizzanti per le donne, è riuscita a fare qualcosa di significativo che oggi porta tutte noi a godere di determinati diritti. E soprattutto ognuna di loro è stata d’esempio, per tante, che grazie a loro hanno trovato il coraggio di partecipare, di denunciare i soprusi, di impegnarsi su tanti fronti e lottare per un mondo più equo.

Il lavoro da fare è ancora tanto, ovunque: la discriminazione delle donne è ancora tale ed sbagliamo enormemente a pensare che sia qualcosa che non ci riguarda, che esiste solo in paesi “altri”, lontani. Le donne continuano ad essere discriminate ancora in tutto l’occidente, ma fatichiamo a riconoscerlo perchè questa discriminazione ha una veste più “democratica”. In Italia la nostra Costituzione e il nostro impianto giuridico vietano la discriminazione di genere, ma la realtà delle cose è profondamente diversa, come abbiamo racconatato in tutte le nostra puntate. Uomini e donne sono trattati differentemente fin dalla nascita, nelle culle, sui banchi di scuola, nel mercato del lavoro, in politica, nella gestione del lavoro domestico, una differenza che la nostra cultura considera “naturale” o “biologica”,  una differenza che – guarda caso – fa sempre rima con disuguaglianza. In questi tempi di scoramento è importante conoscere queste storie, questi esempi di donne dall’animo forte e determinato, che da sole hanno fatto e stanno facendo tanto per affermare un concetto semplice, ma ancora lontano dall’essere compreso dalla società nella sua interezza: che uomini e donne hanno pari dignità e che entrambi hanno diritto a realizzarsi liberamente secondo le proprie inclinazioni e i propri desideri, senza essere costrett* ad aderire a ruoli culturalmente precostituiti.

Troverete a breve le puntate qui.

Buon ascolto!

Annunci

2 commenti to “Attiviste passate e presenti”

  1. Ottimo lavoro. Brave!
    La vostra ascoltatrice fiorentina

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: