Archive for febbraio, 2013

26 febbraio 2013

Proviamoci!

di Komorebi

Qualche giorno fa siamo state contattate dalla responsabile della comunicazione di Paperblog –  un media online partecipativo, di informazione indipendente e gratuita – che ci ha chiesto se eravamo interessate a condividere i nostri contenuti sulla loro piattaforma. Abbiamo deciso di sì e speriamo in questo modo di riuscire a far conoscere  Frequenze di Genere anche fuori dai soliti canali culturali che riuniscono persone e blog con sensibilità e interessi in qualche modo affini alle nostre.
Iniziamo quindi ufficialmente  questa avventura con la frase di convalida che ci è stata richiesta per confermare la proprietà del nostro blog, ovvero “Convalido l’iscrizione a Paperblog sotto lo pseudonimo di frequenzedigenere“.

23 febbraio 2013

On line l’intervista a Riccardo Iacona

di Komorebi

Trovate qui la puntata di oggi 23 febbraio, in cui Riccardo Iacona, autore di “Se questi sono gli uomini”, ci parla dei risultati delle sue inchieste sul tema dei femminicidi italiani a partire da una serie di analisi di fatti di cronaca visti attraverso gli occhi di un uomo.

Di seguito, come sempre, la Cronaca di genere della settimana.

Buon ascolto!

[audio http://dl.dropbox.com/u/58346660/Puntata%2023.02.2013/2013-02-23-13.mp3]

23 febbraio 2013

Stereolab

di sciul
fonte foto qui

fonte foto qui

Il gruppo di questa settimana è quello degli Stereolab, un gruppo che prende forma nel 1990 a Londra, grazie a Tim Gane e Laetitia Sadier, i quali rappresentano il fulcro della formazione, che cambia componenti nel corso dei quasi 10 anni di carriera, e che segnerà in modo indelebile il panorama musicale internazionale. Infatti oltre ad essere i primi ad essere stati apostrofati come esponenti di un nuovo genere musicale che verrà definito post-rock, vengono considerati dalla critica, come una delle band alternative più influenti degli anni ‘90. I loro brani sono un caleidoscopio di contaminazioni sonore pescate dagli anni ‘60 (vedi le tastiere vintage e gli echi ai Velvet Underground), dalla musica pop francese, senza disprezzare la new wave degli anni ‘80, con un tocco di minimalismo ed ottimi virtuosismi elettronici, il tutto accompagnato dallla voce soave di Leatitia Sadier e di Mary Hansen (che collabora col gruppo, fino ad un tragico incidente automobilistico in cui troverà la morte). L’effetto finale è una sintesi di suoni molto ben amalgamati in una musica eterea e delicata che strizza l’occhio a certe atmosfere jazz ed acid jazz, ma che, per un qualche motivo, si avvicina talvolta a ritmi più danzerecci molto simili alla drum’n’bass, talvolta aritmi più latini come la samba.
Gli Stereolab incideranno dal 1992 al 2010 ben 10 album e una serie infinita di compilation musicali, ep e raccolte di vario genere, tutti da cercare ad ascoltare.

Buon ascolto!

22 febbraio 2013

Nella puntata di domani 23 febbraio

di sciul
images

fonte foto qui

Carissim*,

nella puntata di domani di Frequenze di Genere avremo il piacere di ascoltare un’imperdibile intervista a Riccardo Iacona che ci parlerà del suo libro “Se questi sono gli uomini“, edito nel 2012 per Chiarelettere, in cui indaga il fenomeno del femminicidio, raccontando e analizzando alcuni dei casi che hanno interessato il nostro paese nello scorso anno, mettendo in luce la violenza quotidiana e silenziosa che è proprio sotto i nostri occhi.

Come di consueto seguirà la rubrica CG – Cronaca di Genere, anche le notizie hanno un sesso a cura della redazione di Frequenze di Genere, in cui commenteremo le notizie della settimana appena conclusa.

Ad accompagnare la puntata di domani ci saranno gli Stereolab.

Dunque vi aspettiamo come sempre dalle 13.00 alle 14.00 su Radio Città Fujiko, non mancate!

La Redazione

16 febbraio 2013

Puntata del 16 Febbraio già ascoltabile on line

di huicholes

In questa puntata abbiamo avuto il piacere di fare una chiacchierata con Vincenza Perilli, co-curatrice del saggio Femministe a parole. Grovigli da districare, curato appunto da Vincenza Perrilli insieme a Sabrina Marchetti e Jamila M. H. Mascat ed edito da Ediesse. Il volume affronta alcune delle più interessanti e controverse questioni che hanno animato il dibattito femminista negli ultimi anni, e ha la forma di un dizionario.

16 febbraio 2013

St. Vincent

di sciul
fonte foto qui

fonte foto qui

L’artista di questa settimana è Annie Erin Clark, in arte St. Vincent. Nata nel 1982, questa giovane artista polistrumentista statunitense è un vero e proprio prodigio. Inizia a suonare come membro della Polyphonic Spree e prende parte alla Sufjan Stevens’ touring band, per poi creare la propria band nel 2006.
Lo stile di St. Vincent si può considerare di pura avanguardia, i suoni sono particolarissimi e strizzano l’occhio ad un pubblico indie, ma si addentrano in un mix di sonorità che a tratti riprendono Bjork, a volte assomigliano alle ballate di Joan As Police Woman, con echi di Garbage, Tori Amos, minimalismi alla Brian Eno, e non mancano le influenze alla Bowie. L’uso dell’elettronica e dei sintetizzatori in alcuni brani è massivo, e si unisce in virtuoso sincretismo a violini, violoncelli, flauti, clarinetti, trombe e archi che compaiono a dare un tocco di delicata classicità e a creare atmosfere retrò.

read more »

15 febbraio 2013

Nella puntata di domani…

di Angela

1649-1 Femministe a parole

Carissim*,

nella puntata di domani di Frequenze di Genere avremo il piacere di fare una chiacchierata con Vincenza Perilli, co-autrice del saggio Femminismo a parole. Grovigli da districare, curato appunto da Vincenza Perilli insieme a Sabrina Marchetti e Jamila M. H. Mascat ed edito da Ediesse. Il volume tratta di alcune interessanti e controverse questioni che hanno animato il dibattito femminista negli ultimi anni, e ha la forma di un dizionario. I vari temi trattati, infatti, sono esposti sottoforma di lemmi, termini di un linguaggio che racconta di contraddizioni e di “grovigli” che animano i femminismi di oggi. Tra le questioni affrontate troviamo l’impatto della diffusione dell’Islam in Europa e la questione del velo, il rapporto tra universalismo e relativismo culturale, il multiculturalismo e i diritti delle donne, e molti altri. Tempo fa Vincenza aveva parlato sul suo blog della nostra rubrica Se vi dico femminismo… e dunque noi cogliamo l’occasione per rinnovare il nostro invito a mandarci i vostri pensieri e le vostre impressioni su quello che secondo voi la parola “femminismo” evoca a chi oggi la ascolta.

Ad accompagnare la puntata di domani ci sarà St. Vincent.
Dunque vi aspettiamo come sempre dalle 13.00 alle 14.00 su Radio Città Fujiko, non mancate!

Buon weekend come sempre.

La Redazione

12 febbraio 2013

ONE BILLION RISING: gli appuntamenti in Emilia Romagna

di Komorebi

Postiamo di seguito il comunicato stampa del Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna, in cui potete trovare tutte le iniziative organizzate nelle varie città della regione in occasione del ONE BILLION RISING:

Giovedì 14 flash mob in ogni città per la mobilitazione mondiale

ONE BILLION RISING, TUTTA L’EMILIA ROMAGNA BALLA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Anche l’Emilia RomagONE BILLION RISINGjpgna, come il resto del mondo, balla per dire basta ad ogni forma di sopruso sulle donne. Il Coordinamento dei centri

antiviolenza della regione ha infatti aderito al flash mob planetario “One billion rising”, che giovedì 14 febbraio porterà chiunque vorrà aderire in ogni angolo del mondo a ballare pubblicamente sulle note della canzone/inno “Break the chain”.

In Rete abbondano spot e tutoriali per la mobilitazione, affinché uomini e donne di ogni nazione, fede e credo politico raccolgano l’invito lanciato da Eve Ensler, già ideatrice dei “Monologhi della vagina”, a danzare contro ogni forma di violenza di genere. E’ il flash mob, il raduno spontaneo di persone convocato e diffuso via web, l’attualissima forma di mobilitazione scelta: nella giornata di San Valentino le popolazioni di tutto il mondo “si alzeranno” per rispondere alla violenza con la danza, per testimoniare come “un miliardo di donne violate sia un’atrocità, un miliardo di donne che danzano è una rivoluzione”.

“One billion rising” parte infatti dalla drammatica consapevolezza che, su una popolazione mondiale di circa sette miliardi di persone, la violenza riguarda il destino di più di un miliardo di donne e ragazze nel mondo, una su tre. Sarà quindi un evento collettivo, libero e non violento a far riflettere l’opinione pubblica dell’intero pianeta su una violazione dei diritti umani che non si può più tollerare.

Le undici realtà che aderiscono al Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia Romagna hanno così deciso di partecipare proponendo diversi appuntamenti pubblici nelle proprie città.

A Bologna la Corte delle Fate, la Casa delle donne per non subire violenza e Sos Donna giovedì 14 alle 17 danno appuntamento a tutti in Piazza San Francesco, per ballare insieme in una danza collettiva.

A Piacenza

read more »

9 febbraio 2013

Velvet Underground

di sciul

velvet_underground4Per la parte musicale questa settimana chiudiamo, insieme al ciclo con le amiche di Non Si Tratta, anche la carrellata di band che vi abbiamo proposto con almeno una componente femminile che fosse musicista all’interno di un gruppo di rock alternativo. Andiamo a chiudere in bellezza con i Velvet Underground che sono stati selezionati per questo sabato, in primis per avere una musicista batterista donna che ha preso parte alla formazione iniziale come membro effettivo del gruppo, ma li abbiamo scelti anche per il nome piuttosto evocativo rispetto al tema della puntata. Il nome Velvet Underground infatti è stato scelto ispirandosi all’ omonimo libro del ‘63 scritto da Michael Leigh, un romanzo che descrive la scena underground della sessualità in America nei primi anni ‘60. Tema ricorrente quello della sessualità, che viene ripreso in alcuni brani dei Velvet, come ad esempio “Venus in Furs” ispirato dal celebre libro di Leopold Von Sacher Masoch, dal cui nome deriverà il termine masochismo. Vi lasciamo intendere di cosa potesse parlare il libro.

read more »

9 febbraio 2013

Puntata sulla sessualità on line

di Komorebi

Ecco a voi la puntata del 9 febbraio – l’ultima con le ragazze di Non Si Tratta – in cui abbiamo parlato di sessualità…  perchè proprio con loro? Scopritelo!

Buon ascolto!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: