Archive for febbraio, 2014

22 febbraio 2014

Make love, not porn – Sedicesima puntata on line!

di Komorebi

“Il porno non è qualcosa di sporco e cattivo. Non va rifiutato, ma capito. E solo allora possiamo cambiarlo. Soprattutto se vogliamo mandare un messaggio corretto ai più giovani”.

Queste le parole di Cindy Gallop, autrice del progetto “Make love, not porn“, il cui obbiettivo non è quello di attaccare la pornografia come idea, ma di puntare il dito contro ad una pornografia troppo finta, che si distanzia moltissimo da quello che accade nelle camere da letto delle persone reali. Un superamento degli sterotipi quindi, per arrivare ad una pornografia reale e di qualità.

A seguire la cronaca di genere e per finire, dopo qualche riflessione sul Carnevale e i travestimenti, abbiamo lanciato il nostro WE WANT YOU! Vogliamo allargare il collettivo di Frequenze di Genere e siamo alla ricerca di persone che abbiano voglia di collaborare al nostro progetto. Non importa dove risiedete, nè quanto tempo avete da dedicare ad FDG, nè quanto sia lungo il vostro curriculum rispetto alle tematiche di genere: quello che conta è il desiderio di mettersi in gioco, imparare, confrontarsi e la curiosità di scoprire il mondo radiofonico in tutte le sue sfacettature, da quelle più immediate (la diretta) a quelle invisibili, ma findamentali come il lavoro di preparazione. Se siete interessate o interessati (e ci piacerebbe molto avrere collaborazioni di uomini, perchè il genere riguarda entrambi e ci piacerebbe sentire la vostra voce e il vostro punto di vista) potete farlo scrivendoci a frequenzedigenere[@]gmail.com.

Trovate la puntata qui, buon ascolto!

Annunci
13 febbraio 2014

One Billion Rising: le iniziative dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna

di Viviana Vignola

OBRPubblichiamo di seguito il comunicato stampa del Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna, con l’elenco delle iniziative organizzate dai centri in regione.

Una danza collettiva per chiedere giustizia per le donne
Il 14 febbraio torna One Billion Rising anche nelle piazze dell’Emilia-Romagna
È passato un anno da quando la drammaturga e attivista femminista Eve Ensler ha promosso a livello internazionale l’iniziativa One Billion Rising: un flash mob e un momento di danza collettiva per ricordare che nel mondo una donna su tre subisce violenza nel corso della vita. A livello globale, questo significa che sono un miliardo le donne che si trovano costrette a fonteggiare abusi e maltrattamenti.
L’iniziativa, che nel 2013 ha coinvolto donne e uomini in 207 paesi, torna nelle piazze italiane domani 14 febbraio, grazie alla intraprendenza e all’energia di molte associazioni e gruppi attivi nel contrasto alla violenza di genere.
Il tema scelto quest’anno come filo conduttore è la giustizia. Come ha dichiarato Eve Ensler, “senza affrontare il tema dell’ingiustizia la battaglia contro la violenza non può essere vinta”. Lo sanno bene le donne che ogni giorno subiscono violenza da partner e ex-partner in Italia, spesso vittime di un’ulteriore violenza, istituzionale e sociale. E lo sanno bene le operatrici dei centri antiviolenza, costrette a volte ad assistere impotenti a situazioni che degenerano anche per la mancanza di un piano antiviolenza coerente e messo in atto da tutti gli attori istituzionali coinvolti, per l’insufficienza di strumenti legali adeguati, per la tendenza culturale a giustificare la violenza anziché punirla.
Il Coordinamento dei centri antiviolenza dell’Emilia-Romagna aderisce con entusiasmo all’iniziativa One Billion Rising con una serie di eventi pubblici.
L’attivismo femminile che animerà le piazze italiane nella giornata di domani non può che essere salutato positivamente dalla rete di associazioni impegnate da anni su questi temi. La danza gioiosa, energica e corale promossa dal One Billion Rising respinge una visione vittimizzante delle donne a favore di un momento collettivo di denuncia, di lotta e di affermazione positiva dei diritti delle donne a una giustizia egualitaria e a una vita libera dalla violenza.
Di seguito le iniziative organizzate dai centri aderenti al Coordinamento per la giornata del 14 febbraio:

read more »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: