La grammatica che rispetta le donne

di Komorebi

guidaNell’ultima puntata del 2014 vi abbiamo suggerito un regalo, da farvi e da fare a chi ha a cuore il corretto uso della lingua italiana, in particolare rispetto alla comunicazione di professioni e ruoli istituzionali al femminile.

GiULiA, la rete nazionale delle giornaliste unite libere autonome vi presenta la preziosa guida dal titolo “Donne, grammatica e media” realizzata con il contributo dell’Accademia della Crusca e della sua presidente onoraria Nicoletta Maraschio, scritto dalla linguista Cecilia Robustelli, e a cura di Maria Teresa Manuelli. Potete scaricarla gratuitamente da qui.

Si dice la ministro, il ministro donna o la ministra?
E come ci si rivolge ad un pubblico misto, in una maniera onmicomprensiva, ma che non appesantisca la comunicazione?
Perché è importante porre l’attenzione ad un corretto uso del femminile nelle cariche e nelle professioni? A queste e altre domande potrete trovare risposta, in un lavoro utile non solo a chi si occupa di comunicazione.

Ci hannno fatto compagnia i brani degli Ex-Otago. Trovate la puntata qui. Buon ascolto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: